header i-Italy

Ministro D’Alia: “Il settore pubblico é il motore dell’economia”

Roberta Michelino (December 15, 2013)
Conferenza stampa a New York di Gianpiero D’Alia. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e Semplificazione era giá stato in precedenza a Washington per incontri istituzionali

Il Ministro Giampiero D’Alia ha tenuto una conferenza stampa organizzata dal Console Generale Natalia Quintavalle e dal Vice-Console Lucia Pasqualini.

La tematica sulla quale il Ministro ha posto maggiormente l’accento é stata la riorganizzazione della pubblica amministrazione con relativo snellimento della burocrazia per una maggiore celeritá nelle procedure e negli atti amministrativi.

“Il settore pubblico é una risorsa perché rappresenta il motore della crescita e dello sviluppodell’economia. Immaginare una societá che non abbia una sua organizzazione pubblica atta a rispondere alle esigenze della comunitá é come vivere in un contesto sociale senza regole” sottolinea D’Alia “Moltiplicando le nostre presenze istituzionali sul territorio il risultato non é stato quello di una maggiore efficienza, ma un peso ulteriore per le burocrazie e per le imprese.”

“Negli ultimi sette anni nel nostro paese il numero dei dipendenti pubblici é sceso di circa mezzo milione d’unitá e siamo intervenuti con misure sicuramente impopolari, ossia quella di bloccare l’aumento delle retribuzioni e di creare nuovi posti di lavoro” ha dichiarato il Ministro.

“ Tutto questo é servito a risollevare il settore pubblico del nostro paese, ma oggi non possiamo più andare avanti seguendo linee cosí drastiche, dobbiamo creare una politica efficiente e trasparente. Il nostro obiettivo per il prossimo anno sará il riassetto delle strutture e dei Ministeri ed una semplificazione delle burocrazie, affinché il rapporto cittadino-pubblica amministrazione sia più snello e celere”.

Il Ministro D’Alia ha spiegato che il motivo della sua venuta in America é quello di chiedere un supporto anche ai connazionali residenti all’estero, affinché l’Italia possa uscire dalla crisi grazie anche ad un meccanismo di solidarietá.

Il  Vice Segretario generale del CGIE Silvana Mangione  (Consiglio Generale degli Italiani all'Estero), durante la conferenza stampa ha posto l’attenzione sul problema della chiusura dei consolati italiani in America, chiusura che ha arrecato non pochi disagi ai cittadini e gravi perdite economiche. Il Ministro ha garantito che al suo ritorno in Italia avrebbe fatto presente la questione al Ministro degli Affari Esteri Emma Bonino.  

Anche il Titolo V della Costituzione Italiana ha suscitato un dibattito animato. Tale riforma si concreta in un decentramento dei poteri dallo Stato alle istituzioni periferiche come Regioni, Province e Comuni. La ratio di tale riforma si fonda sulla possibilità degli organi decentrati di risolvere le problematiche del cittadino nel rispetto del principio di sussidiarietà. Purtroppo di fatto il Titolo V ha allungato oltremodo itinera burocratici ed ha causatoirregolarità nelle procedure amministrative. D’Alia ha rassicurato che verranno posti in essere importanti miglioramenti nell’ambito costituzionale affinchè si possano gettare le basi per un miglioramento del Titolo V. Il Ministro ha asserito che la riforma costituzionale è il passo fondamentale per poter approvare una nuova legge elettorale.

Il Ministro D’Alia ha concluso che la riorganizazione politoco-amministrativa si muoverà su tre livelli: il primo s’incentrerà sul rinnovamento dell’assetto costituzionale ed istituzionale; il secondo sulla revisione dell’apparato della pubblica amministrazione, soprattutto per quanto concerne il riassetto dei Ministeri; il terzo, infine sulla semplificazione amministrativa per un’agevolazione dei rapporti con le imprese e per la creazione di nuovi posti di lavoro.

Comments

i-Italy

Facebook

Google+

Select one to show comments and join the conversation